Quando ci indigneremo per i mondiali in Congo.

Non voglio provocare, giuro. Vorrei porgere una riflessione. C’è molta autocritica in questo post. Non ce l’ho con nessuno in particolare. Guardate la foto. Il bambino che vedete sta estraendo il coltan che serve per gli smartphone o i tablet che oggi usiamo per condividere l’indignazione per i mondiali, la solidarietà per il popolo disagiato… Read More Quando ci indigneremo per i mondiali in Congo.

Vi presento “Come padre e figlio”: Il videoclip.

C’è una foto che amo. I miei ebbero la felice idea di fotografare quello che, molto probabilmente, è stato il mio primo passo. In un epoca in cui le foto dovevano essere “scelte” e non c’era l’overdose di immagini di oggi, questa foto assume un significato enorme. Immortalare il primo passo di uno che da… Read More Vi presento “Come padre e figlio”: Il videoclip.

Piccolo pensierino sull’umanità.

Quanto è anacronistico oggi parlare di bianco, nero, trans, gay, maschio, femmina, latino, asiatico… il mondo diventa sempre più stretto e noi sgomitiamo per ritagliarci uno spazio… e usiamo parole spesso aggressive e inutili per allontanare o allontanarci. Distinguerci. 7 miliardi di uomini che si guardano male…   7 miliardi di uomini camminano, sopra ogni… Read More Piccolo pensierino sull’umanità.