Stupri, ragazzini, uomini e bestie.

21191364_10214543298524492_204133667_oNiente, non ci arrivo! E’ un mio limite, lo so. Ci ho ragionato, rimuginato, riflettuto ma niente, proprio non ce la faccio. Non riesco a trovare la differenza che c’è tra chi commette uno stupro e chi lo augura. Non ci arrivo proprio! E poi sembra, leggendo, che lo stupro sia più o meno grave a seconda di chi l’abbia commesso. Sembra che l’atto cambi di gravità a seconda dell’autore. Sembra di leggere che se effettuato da alcuni sia meno grave che se commesso da altri.
Io penso all’atto, al gesto stesso e nel gesto non trovo differenza tra una bestia e l’altra.
E penso ai ragazzini. Ai maschietti in particolare. Che si ritrovano a leggere di questo schifo spesso da soli. Senza uomini che parlino con loro e condannino l’atto.
Sono preoccupato. Non vedo uomini che li prendono per mano e dicono loro che l’atto del prendere con prepotenza è disumano a prescindere. Mai giustificabile. Che a una donna si chiede sempre il permesso anche solo di guardarla e che, se questo permesso arriva è la cosa più bella del mondo ma se non arriva non bisogna insistere, intestardirsi o perseguitare. Perchè limitare lo spazio di una persona è anche quella una forma violenza. Mi piacerebbe che gli uomini spiegassero ai ragazzini che le donne non si prendono ma si corteggiano. Ancora oggi. Nel 2017. Che non è passato di moda! Che corteggiare è un gioco bellissimo e che di questo gioco paziente non bisogna privarsi. Mi piacerebbe che parlassero coi ragazzini ai quali su questo medioevo social vengono mostrati politici che augurano a donne di fazioni avversarie di essere stuprate.
Sono quasi disperato pensando che questi politici possano essere guida di ragazzi giovani e sono terrorizzato da come cresceranno.
E’ necessario e urgente che gli uomini prendano per mano le donne: le loro madri, sorelle, compagne, nipoti, figlie o anche delle perfette sconosciute e non le facciano sentire sole in questa orrenda lotta contro quest’atto bestiale. Che mostrino la loro solidarietà incondizionata. Sempre. A prescindere! E che siano incazzati e determinati almeno quanto le donne che da anni portano avanti questa battaglia spesso sole. E’ necessario che lo facciano e che lo facciano davanti ai ragazzini per mostrare loro che alle donne si sta accanto, non di fronte! Perché i ragazzini se non vedono gli uomini guardano le bestie.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...