Il giro del mondo in 60 secondi ore 02:16′:18″ – Nanchino (Cina). Storia di Faccia-di-cane.

  • Le storie si svolgono tutte nei secondi successivi alle ore 20:16 del 7 aprile 2015. Quando in Italia è in vigore l’ore legale (utc+2)
  • Alcune parole nei racconti saranno linkabili. Vi porteranno a siti che ho utilizzato per informarmi. Nel caso voleste approfondire. 
  • Nello spazio “commenti, alla fine del testo del racconto potete, se vi va, decidere di continuare la mia storia, immaginando il seguito. Sarebbe gradito 😉
  • Non è difficile che possano esserci qua e la degli errori riguardo nomi, usanze, prodotti o altro. Se li notate e vorrete correggerli, sarà un piacere per me, avere avuto informazioni migliori.
  • Non tutti i servizi orari concordano sugli orari. Io non avendo cugini a cui telefonare sparsi per il mondo, mi sono affidato esclusivamente al servizio orario di google.
  • E’ gradita la condivisione… Tanto non costa nulla 😉

Il giro del mondo in 60 secondi

ore 02:16′:18″ – Nanchino (Cina)

Storia di Faccia-di-cane

60secondi nanchinoFaccia-di-cane passa le sue giornate in giro per le strade dei quartieri popolari di Nanchino. Dall’altra parte della strada può vedere i palazzi, gli uffici e i negozi pieni di turisti. Gli abitanti con le mascherine anti smog colorate sulla faccia.

Lì dove sta lui invece, scorre la quotidianità inzuppata del fortissimo odore di frittura dei piccoli ristoranti all’aperto.

Faccia-di-cane – lo chiamano così da quando da ragazzino ebbe un incidente, che gli sfigurò il viso – passa le giornate a pulire i marciapiedi davanti ai chioschi, ai ristorantini e ai carretti degli ambulanti. Non è un vero lavoro. Nessuno darebbe un vero lavoro a Faccia-di-cane perché Faccia-di-cane è stupido. Uno che ride sempre e non parla mai deve essere per forza stupido.

Lui gira per i chioschi con la sua ramazza e spazza fuori. Quando iniziò a farlo i proprietari lo scacciavano via anche in malo modo. E lui rideva. Senza dire una parola. Solo qualche verso al massimo.

Pensavano che quella faccia avrebbe spaventato i bambini e disturbato i clienti e gli urlavano di sparire. Ma lui rideva. Sempre senza dire una parola. Ovviamente.

Poi capirono che in fondo si rendeva utile. Portava via la spazzatura, puliva i tavoli all’esterno, spazzava a terra e poi aspettava il proprietario guardando con un sorriso beota.

Quando uno di loro decise finalmente di pagare il suo piccolo servizio regalandogli una mancia di pochi Yuan, Faccia-di-cane si parò con le mani e scosse la testa per rifiutare. Sempre sorridendo. E sempre muto!

In cambio del suo “lavoro” Faccia-di-cane, vuole un sacchetto con del cibo. Non soldi.

Poca cosa per i titolari dei vari banchi di frittura e carretti di riso e pesce. Il cibo all’ora di chiusura si butta via.

Così al termine della giornata, Faccia-di-cane raccoglie sempre 10 / 15 sacchetti con del Cibo. Tutti sono convinti che finisca nella spazzatura. Faccia-di-cane non può mangiarlo tutto. “È una cosa stupida”, pensano tutti.

Anche stanotte Faccia-di-cane passa dal chiosco del signor Ling per aiutarlo a sistemare fuori.

Il signor Ling è più paziente degli altri.

Faccia-di-cane fa le cose lentamente. Di giorno tutti lo lasciano fare ma la notte, quando i chioschi chiudono, non lo vuole nessuno tra i piedi perché sono tutti stanchi e lo stupido faccia-di-cane fa le cose troppo lentamente per chi vuole andare a dormire.

Ma il vecchio signor Ling ne approfitta per parlare un po’. A fine giornata si sfoga con faccia-di-cane. Tanto Faccia-di-cane ride sempre e soprattutto non interrompe mai.

Il Signor Ling parla spesso dei suoi nipoti lontani. In giro per il mondo. Di uno in particolare, Jie, che lavora nella polizia internazionale. Sempre in giro per missioni alla 007.

Faccia-di-cane sorride e ascolta mentre termina le sue meticolose pulizie.

“Oggi ti dò un sacchetto speciale… Ci metto anche qualche birra se mi dici come ti chiami”

Il signor Ling ci prova sempre. Si rifiuta di chiamarlo “Faccia-di-cane”, ma non ottiene mai risposta. Solo un sorriso.

“Vabbè… le birre te le dò lo stesso”

Faccia-di-cane prende il suo sacchetto, saluta il signor Ling inchinandosi una quantità spropositata di volte e corre via…

Il signor Ling stanotte non ha sonno ed è curioso…

Senza farsi vedere inizia a seguire Faccia-di-cane e osserva tutto quello che fa. Non si accontenta di pensare che fa solo cose stupide. Vuole vedere.

Faccia-di-cane, si mette in un angolo della strada. Fuori da casa sua. Apre un sacchetto. Mangia. Beve. Rutta fragorosamente. Si alza. Prende gli altri sacchetti e inizia a camminare verso le strade povere del quartiere…

Il signor Ling lo segue. Pensa che suo nipote sarebbe orgoglioso di lui per quel pedinamento.

Faccia-di-cane, si avvicina senza farsi vedere a uno dei tanti reietti che stanno dormendo per terra. Tra i cartoni. Uomini caduti in disgrazia, donne rifiutate dalle famiglie, ragazzi nemmeno buoni per le fabbriche… Straccioni…

A volte capita che queste persone non vogliano essere aiutate. Lo ”. Il Karm. La loro condizione è il prezzo che devono pagare per raggiungere nuovamente l’equilibrio che evidentemente, avevano perso.

Ma “Faccia-di-cane” è stupido… queste cose non le capisce.

Lui appoggia i sacchetti accanto ai cartoni dentro i quali dormono quei disperati e poi torna a casa. Fa tutto ridendo come se stesse facendo loro uno scherzo. Senza fare rumore. E sempre senza dire una parola.

Faccia-di-cane alla fine torna a casa… E domani ricomincerà a spazzare.

Il signor Ling scuote la testa sorridendo e stupito per quello che ha visto… pensa che domani sera ci saranno molti più sacchetti da distribuire per faccia-di-cane.


Il mio racconto finisce qui. 

Adesso se vuoi puoi:

  • Dare un seguito alla storia, puoi farlo scrivendo nei commenti.
  • Dirci se hai visitato questi posti, o conosciuto persone provenienti dal luogo della storia e raccontarci la tua esperienza e la tua opinione.

Appuntamento a domani ore 00:46′:13″ con la storia di Chuluun – (Mongolia)

Mancano 40 giorni alla pubblicazioni di “60 secondi” sui digital Stores. 

Se decidi di commentare e iscriverti al blog, riceverai per email una delle canzoni inserite nel prossimo album. In anteprima.

Elenco completo delle storie

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...