L’insonnia – Anna Lisa Iovine

Per introdurre la 4^ delle 7 briciole lungo la strada, dal titolo “L’insonne” ogni notte, pubblicherò un vostro racconto sul tema. Buona lettura.

L’insonnia – Anna Lisa Iovine

L’insonne maledice il suo male, causa di quel pessimo aspetto, delle occhiaie e quel corpo un pò molliccio che si porta a spasso a fatica.

L’insonne maschio deambula al lavoro e porta occhiali scuri, risponde per mugugni, ma un millesimo ci gode perché sa che i suoi colleghi si parlano agli orecchi dipingendolo come un barbone drogato, uno che va a donnacce, un disgraziato, un perdente, e tutto per lui francamente è sempre meglio che restare un mediocre addetto al customer service come loro, anche alla notte.

Allora l’ipotesi della doppia vita quasi lo esalta, e quest’insonnia accidenti, a parte qualche controindicazione, gli garba!

La città è deserta e muta mentre Elvis Costello gli graffia le orecchie cantandogli *Alison* .

Adora l’oscurità notturna che cola dall’alto come petrolio vomitato dalle montagne e non lo costringe a strizzare gli occhi per difendersi dalla luce e dalle domande idiote dei clienti insoddisfatti.

E poi l’insonnia gli consente la nullafacenza per default, il fatto stesso che sia insonne questo lo autorizza a restare sveglio senza dover necessariamente produrre, senza doversi preoccupare della forma e dell’aspetto, senza dover parlare con qualcuno e sorridere a denti stretti.

Allora l’insonne di cui sopra si trascina dal divano al gabinetto, e su entrambi è capace di trovare una posizione assolutamente scomoda per tutto il mondo tranne che per lui. E in quei picassiani equilibri di ossa e nervi, fuma incessantemente, anche quando la paglia è finita da un pezzo.

L’estasi del “nonfareunemeritocazzo” è sublime, è un latentissimo orgasmo, che sente anche addosso rinvenire sotto la leggerezza di quella specie di pigiamino a strisce. Ma lui ci sta troppo bene in quella nuvola di erba che lascia tutto così com’è. Anche la pigrizia sessuale può diventare un lusso per un insonne.

L’insonne femmina non te l’augurare. E’ il sunto delle peggiori o migliori concentrazioni di sentimenti elevati alla massima potenza in camicia da notte felpata e pantofole pelose. Una potenza che non puoi calcolare, non ci provare nemmeno.

La femmina insonne alla notte, non pensa, diabolicamente CREA.

Oltretutto lo fa ad alta voce, parlando con disgraziatissimi animali domestici, o con il frullatore, perché un po’ di rumore comunque aiuta a non sentirsi sola. Il suo cervello funziona come la macchina dei pop corn, e il loro scoppiettante “plok…plok………plok..plok” lo potresti sentire dal pianerottolo. Sono le idee che nascono.

Al lavoro è un continuo lamentarsi della sua stanchezza e di quanto fondotinta abbia dovuto usare per coprire le occhiaie, ma per fortuna c’è “CLIO MAKE UP”!, anche alle 3:45 del mattino.

La femmina insonne passa in rassegna tutte le cose che sono andate storte nella giornata, le analizza una per una, mentre prepara improbabili pancakes, e interrompe solo per prendere appunti del tipo:

*arrivo in ufficio 08:45 max, passare x Personale spostare di due giorni il piano ferie, correre in ascensore (max 2 minuti), fare la pipì, sistemare rossetto, dirne 4 alla Baldini!!!!!timbrare entro 9:02. Disdire ceretta.*

E così a ritroso nel tempo. A dolcetti sfornati puoi trovare post-it con annotazioni relative alle scuole elementari, su cosa avrebbe dovuto o non dovuto fare.

La femmina insonne è in grado di vedere in una notte i peggiori film romantici degli ultimi 30 anni, rivedendosi protagonista in ognuno di loro, anche quando non si rende conto che rivedersi protagonista al posto di Julia Roberts vuol dire sognare di fare la battona, ma pur di sposare Richard Gere va bene tutto.

Anna Lisa Iovine

Un grazie enorme ad Anna Lisa per aver dato il suo contributo. Il suo spazio associativo: https://www.facebook.com/hangar.spazio/info Vi invito a visitarlo.

 

Annunci

Un pensiero riguardo “L’insonnia – Anna Lisa Iovine

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...