Qui non c’è posto per noi

Abbiamo chiesto dove andare e non c’è l’han voluto dire

abbiamo chiesto un’altra volta ma con fare più gentile

così hanno indetto una riunione che è durata più di un mese

e alla fine ci han risposto andate dritti a quel paese

all’inizio un po’ perplessi però poi siamo partiti

e appena giunti abbiam trovato loro che ridevan divertiti

dopo un esame della situazione abbiam capito che qui non c’è posto per noi

Si da questa dura prova ne siamo usciti un po’ storditi

ma è l’orgoglio che prima ci ammazza e dopo ci rimette in piedi

così ci siam guardati in faccia e ci siam detti “si va avanti”

e le nostre convinzioni le urleremo ai quattro venti

con lo zaino pieno in spalla abbiam cercato un nuovo mondo

ma era già occupato e il sindaco ci disse “vi rispondo…

con un bel cartello in mano in cui c’è scritto qui non c’è più posto per voi”…

che state sempre cercare e non trovate mai

che state sempre a partire e ad arrivare mai mai, non sapendo dove andare

che state sempre a tentar di capire di chi fidarvi e di chi no

con chi cantare e con chi no… con noi di certo…

Avviliti ed incazzati per l’ennesimo dilemma

abbiam fondato una nazione senza inno e senza stemma

all’inizio a prenderci per i fondelli erano in molti

ci ridevano alle spalle e ci coprivano di insulti

poi però chissà perché a volere entrare furono in tanti

avranno visto che da noi tutte le idee sono importanti

e così con un sorriso gli abbiam detto… “entrate qui c’è posto per voi”

che state li a giudicarci e a comprenderci mai

che state sempre a parlare e ad acoltarci mai mai non sapendo come fare

che state sempre a tentar di capire di chi fidarvi e di chi no

con chi ballare e con chi no. Con noi di certo…

 

(Album: Sempre scattando sempre in movimento)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *