Mama Zuna

Mama Zuna che vedi oltre i muri dell’anima

Tu che accendi nell’ombra una fiamma che illumina

Non nascondere niente su cosa sarà di me

Mama Zuna che ascolti sospirare ogni spirito

E anche se confuso nel vento riesci a coglierne l’alito

Svela senza incertezze quello che sarà di me

Scopri tutte le carte e dimmi che sarà di me perché

In confidenza ti dirò che non conosco ancora il mio più prossimo destino

e la mia mano e le sue linee affiderò ai tuoi occhi che sanno leggere nel mio futuro clandestino

Mama Zuna che trovi nei pensieri più anonimi

le risposte più giuste anche ai dubbi più intimi

Mostra senza timore quello che sarà di me

Scruta in cielo i pianeti e dimmi che sarà di me perchè

Con impazienza aspetterò che il tuo consiglio renda meno insicuro il mio cammino

E lascerò i miei sogni al giudizio dei tuoi oracoli che sanno rivelare il mio futuro clandestino

Ma forse metterò da parte profezie e miracoli e inventerò da solo il mio futuro clandestino

 

(Album: Sempre scattando sempre in movimento)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *