L’insonne

sono un insonne

e proprio quando sono più fragile

pretendo avere rivelazioni

chiedo ad esempio alzando gli occhi

se dietro tutto c’è dio oppure il caos

ma ogni responso è inaccessibile

per me che sono soltanto polvere

e resto inerme nell’ambizione

dell’afferrare o solo percepire

il senso della mia presenza in ogni cosa

il fine di ogni mio intervento

il posto giusto che ho nel mondo

fingere o non fingere di essere questo è il problema

credere o non credere di esistere qual’è il sistema

per per cercare dentro un ego instabile la perfezione

per varcare limiti e comprendere la soluzione

sono un insonne e mentre gioco col mio equilibrio

mi appare chiara ogni ragione

sembra evidente ogni certezza

e non so bene se è meglio soffocare

un’istintiva propenzione alla coscienza

un fervido interesse a ciò che veramente sono e voglio

fingere o non fingere di essere questo è il problema

credere o non credere di esistere qual’è il sistema

per per cercare dentro un ego instabile la perfezione

per varcare limiti e comprendere la soluzione

 

(Album: 7 briciole lungo la strada)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *