La scatolina fortunata

C’è una scatola.

Una scatola piccola. Non bellissima. Non nuova. Non troppo decorata. È una scatolina che può piacere o no. A te piace. A te piace quella scatolina. La tratti bene e la tieni con cura.

È una scatolina con un lucchetto. Non tutti possono aprirla. Tu hai una chiave. Piccola. Con la vernice dorata, un po’ ammaccata ma carina. E questa piccola chiave la tieni attaccata a una catenina. Non la lasci mai. Sul collo. Ogni tanto la sfiori e quando la sfiori ti ricordi che hai una scatolina…

In quella scatolina c’è sempre una cosa diversa. Sembra una magia. Non si può raccontare. Non ci crederebbe nessuno. Come fa a esserci sempre una cosa diversa dentro? Gli altri non lo possono capire ma c’è sempre la cosa che ti serve, dentro. O almeno… la scatolina ci prova a farti trovare quello che ti serve. Perché a volte le parli e altre volte deve capirti mentre la guardi.

Non sempre ti va di aprirla ma tu sai che quella scatolina ti vuole proprio bene.

Quando la apri ci trovi quello che vuoi. A volte vuoi ridere e quando la apri trovi facce buffe, dispetti e cose piccole che ti allargano il sorriso. Altre volte vuoi amore e dentro ci trovi calore, pelle che vibra e occhi che si riempiono di te. Se vuoi musica lei ti dà musica. Come un piccolo carillon. Se vuoi storielle lei ti fa trovare piccoli bigliettini da leggere.

È una scatolina fortunata che sta in un posto speciale.

Quando la apri cerca di farti trovare quello che ti serve. Ci prova. È volenterosa e vuole meritarsi di vederti con la sua chiave al collo.

Usala quella scatolina. Perché quando la apri ti da tutto e quando la chiudi conserva tutto quello che le hai dato. Ci tiene.

Che siano le tue parole, i tuoi sorrisi, i tuoi malumori, le tue canzoni senza filtri, le tue attenzioni. Lei prende tutto e tutto porta con sé. Niente perde. Niente trascura.

Fortunata quella scatolina a essere così ben tenuta.

Fortunata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *