Io sono un cane!

io e fonzie

I cani non scappano di fronte all’affetto. Se lo prendono. Tutto! Ne vogliono sempre di più e non pensano che possa finire. Le persone invece scappano di fronte a un “ti voglio bene”, terrorizzate dall’impegno che richiede farsi voler bene da qualcuno. Senza capire che spesso è gratis. Alcuni pensano sia meglio una conoscenza frugale, da un giorno e una notte al massimo. Un giro in macchina, una bevuta piuttosto che l’abbraccio di un amico che non vuole altro che starti vicino. Quello mette ansia.

Gli uomini cercano spiegazioni di fronte all’affetto: cosa c’è dietro? cosa posso dare in cambio? E quando mancano le risposte inizia la demonizzazione. Si cercano i pretesti, a volte si fabbricano. Quelle che erano qualità diventano i terribili difetti e un “ti voglio bene” diventa un “vaffanculo” nel giro di pochi minuti.

Paura. Nient’altro che paura. Bisogna allontanare quella fonte di benevolenza perchè può far male.

I cani non hanno paura. I cani ti vogliono bene senza chiedersi perchè. Dai cani io oggi imparo. Imparo che di fronte all’affetto dovrò essere come un animale. Ne vorrò e ne darò senza chiedermi nulla. Ignorante. Di fronte all’amore bisogna essere ignoranti perchè l’amore non si spiega. C’è e basta. Per una compagna, per un amico, per un parente.

Io sorrido sempre! Statemi lontani. Io sono un cane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *