Ad occhi aperti – Ila

Per introdurre la 4^ delle 7 briciole lungo la strada, dal titolo “L’insonne” ogni notte, pubblicherò un vostro racconto sul tema. Buona lettura.

Ad occhi aperti – Ila 

L’insonnia è l’unica certezza che ho nella vita.

Mica tutti possono dire di averne, di certezze intendo.
Ricordo che fin da piccola restavo ore a guardare il soffitto senza riuscire a prendere sonno: guardavo quelle “macchie” che si creano a livello oculare (visivo?) ed immaginavo che fossero mostri.
Non mostri spaventosi, ma mostri che stavano lì e mi tenevano compagnia.
Poi quando mi annoiavo parecchio, iniziavo ad inventarmi delle storie, dei “sogni ad occhi aperti”, li chiamavo. Dovevo averne sentito parlare in qualche film e mi era piaciuta parecchio quell’immagine.
Così, ad occhi aperti, immaginavo cavalli bianchi e natura incontaminata, o cose del quotidiano che facevo “andare” come volevo io.
E così crescendo ho iniziato ad usare il tempo in cui stavo sveglia pensando a nuovi progetti e nuove maniere per cambiare il mondo.
Quello che mi capita ultimamente è che molto spesso, quando mi sveglio e guardo l’ora, sono le 2.22, 3.33, 4.44, 5.55… Messaggi dall’aldilà?
Buona notte!

Ila

Il mio ringraziamento a Ila, Cantautrice che vi invito ad ascoltare e seguire.  http://www.ilamusic.it

Carlo

One Reply to “Ad occhi aperti – Ila”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *