A gambe all’aria

Poco fa… ero lì…

sempre scattando sempre in movimento non mi do tregua io non rallento mai

proprio mai…

per la paura che ho del tempo perso io non sto fermo non tergiverso

Sento necessità di avere addosso il vento sfidarlo come un surfista

Resto in fibrillazione e attento ad ogni gesto per non andare a gambe all’aria

corro sorpassando i limiti e sono raffiche di tempo

quelle che mi inseguono e non mi danno scampo

corro senza neanche un alibi che mi dia un attimo di pace

corro costringendomi di andare ancora più veloce

Sono qui… non più li…

mi ero concesso di riprender fiato ero convinto mi ero sdraiato un po’

e invece no…

mi ha preso il panico di chi si annoia di chi si sente in salamoia

Penso al bisogno che ho di dare a tutto un senso contrasto come un terzino

gioco d’anticipo sul mio avversario e impreco se poi finisco a gambe all’aria

corro fronteggiando ostacoli da scavalcare in tutti i modi

senza troppi calcoli cercando di restare in piedi

corro e non respiro quasi mai trascuro l’ossigenazione

corro e tengo i muscoli pronti per ogni azione

nell’universo cerco un angolo di calma e silenzio diverso

restare immerso in pensieri freschi senza paura di ritrovarmi a gambe all’aria

corro sorpassando i limiti… / corro senza neanche un alibi…

corro fronteggiando ostacoli… / corro e non respiro quasi mai…

 

 (Album: Sempre scattando sempre in movimento)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *