Oltre le correnti è oltre le correnti che ritrovo me stesso a inseguire un’idea è oltre le correnti

Evanescenti ideologie e ingovernabili bugie

In abito da sera ingrassano demenza tra sponsor e pubblicità

Giovani intraprendenti servili e riverenti

Al soldo del fratello rincorrono la fama con curve e rutti in libertà

Tribune cattedre e platee confondono le scarse idee

Di spettatori ipnotizzati dall’isterico baccano di chi grida verità

Libero da carceri mediatiche io voglio proiettarmi

oltre gli eventi gli ordinari movimenti

Disincantandomi dai pixel voglio evadere

da nuove dipendenze e paraboliche tendenze

Come un marinaio costruire zattere di legno

per solcare oceani dominando radiazioni

E riuscire ad evitare greggi di satelliti

con macchine volanti per avventurarmi oltre le correnti

Belli da calendario senza un vocabolario

Esprimono opinioni su temi rilevanti mettendo a nudo povertà

Smuovere il palinsesto è solo il buon pretesto

Di chi mediocremente smercia l’inconsistenza per fantasia e creatività

Studio orientamenti per non perdermi nell’etere

Ed aspetto che sia tempo di altro rinascimento

Sfiorato da miriadi di abbaglianti assuefazioni

ignoro ogni segnale e immagine subliminale

Come un astronauta voglio sorvolare le onde radio

Ed esplorare fondo l’universo più profondo

correndo con la luce voglio sorpassare

proiezioni accattivanti e dopo ritrovarmi oltre le correnti

Oltre le correnti è oltre le correnti che ritrovo me stesso a inseguire un’idea è oltre le correnti

 

(Album: 7 briciole lungo la strada)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *